Dato che mi piace fare esperimenti in cucina e mi trovo spesso di fronte ad ingredienti difficili da reperire, ho deciso di sfruttare il web e fare un po’ di ricerca, imbattendomi così in un ottimo sito CiboCrudo.com, che ho indirettamente segnalato nella ricetta descritta in un mio precedente articolo.

La qualità dei prodotti è eccellente, la consegna pressoché immediata, tanto che se ordini oggi ricevi al più tardi dopodomani, inoltre sul loro sito web è possibile trovare molte ricette e tutte le istruzioni necessarie per utilizzare al meglio i vari prodotti. Una fonte di ispirazione in più per chi volesse introdurre qualche piatto crudista nella sua alimentazione quotidiana.

Ho avuto l’opportunità di porre qualche domanda ad Annamatilde Baiano, fondatrice dell’azienda:

Iniziamo innanzitutto con chiarirci le idee, cosa è il crudismo?

“Ti ringrazio per avermi fatto questa domanda perché devo ammettere che c’è un po’ di confusione in giro quando si parla di alimentazione ed è importante invece secondo me avere ben chiaro di che cosa si sta parlando. Per prima cosa, il crudismo non è una religione, né una setta: passami il termine, ma spesso mi piace sottolineare che non siamo estremisti! Semplicemente siamo persone che hanno approfondito il legame tra cibo e benessere, informandosi e avvicinandosi ad una filosofia di vita che si basa sul rispetto della natura, a 360°.

Mangiare cibo crudo significa sfruttare quello che la Natura ci mette a disposizione in quanto a vegetali, senza innescare processi che vadano a modificarne la composizione, come ad esempio, appunto, la cottura. Utilizzare metodologie che ci permettano di mantenere qualsiasi tipo di lavorazione al di sotto dei 42° significa appunto questo: fare in modo che gli attivi ed i principi nutritivi di un cibo rimangano tali e quali. Ed è proprio dagli attivi, cioè da tutti i costituenti del cibo – siano essi vitamine, sali minerali, acidi grassi e quant’altro -, che dipendono le proprietà di ciò che mangiamo: modificandoli, andiamo ad incidere sui potenziali benefici. Il nostro consiglio è quello di mangiare crudo per il 70-80% dell’alimentazione quotidiana, il che significa che ogni tanto si può cuocere e che ognuno può liberamente decidere se e quanto mangiare crudo, in base alla sua percezione: mangiare è benessere solo se è anche piacere! Poi, la mia personale opinione, è che i cibi crudi, naturali siano molto più buoni…ora che ho conosciuto il vero gusto di ciò che mangio non tornerei mai indietro!”.

Come e quando nasce il progetto CiboCrudo.com?

“CiboCrudo muove i suoi primi passi ufficialmente nel settembre del 2012, ma dall’inizio dello stesso anno abbiamo iniziato a concepirlo: e non è un termine usato casualmente! Da gennaio a settembre, passano 9 mesi: quindi posso davvero dire di averlo cresciuto come un figlio e non solo in quei nove mesi, ma ogni giorno, tutti i giorni.

CiboCrudo è per prima cosa la mia passione; mia e di tutti quelli che lavorano al progetto, mio marito in primis che da sempre mi appoggia e mi sostiene in questo progetto e poi tutti i nostri collaboratori interni ed esterni. Insieme condividiamo una filosofia: l’idea che il cibo sia parte del nostro benessere e la voglia di portare questa informazioni a quante più persone possibili, prima ancora che i nostri prodotti a casa loro.

Il progetto è nato da una mia esigenza in realtà. Avvicinatami al crudismo, facevo davvero tantissima fatica a trovare prodotti crudi e di qualità in Italia ed ho immaginato che anche altri fossero nella mia stessa condizione. E quindi ho pensato che ce ne fosse bisogno: era un servizio che mancava totalmente in Italia. Per me era l’opportunità di unire lavoro e passione, quindi davvero il massimo!”.

Quali sono i criteri di selezione dei vostri prodotti?

La fase di selezione dei prodotti e dei fornitori è il cuore della nostra azienda. La parola che regola tutto è qualità. Questo significa che siamo costantemente alla ricerca di cibi che possano rispondere alle esigenze della nostra clientela e che dunque siano ricchi di gusto naturale, ovviamente crudi e che contengano attivi dalle proprietà, scientificamente provate.

Non ci fermiamo mai al primo fornitore che troviamo, ma ne ricerchiamo diversi, per poter così poi scegliere quello che risponde a tutti i nostri requisiti: il cibo deve essere biologico e crudo e dimostrare di avere una qualità superiore alla media.

Quello che vogliamo arrivi a casa del cliente è solo quello che noi stessi porteremo in tavola.

Non ti nascondo che è un lavoro lungo e complicato, ma d’altronde se vuoi il meglio, devi essere disposto a pagare questo scotto. E noi lo siamo di sicuro!”.

Quali sono i principali enti certificatori italiani che garantiscono la bontà dei vostri prodotti? Come avviene il processo di certificazione? 

“Dal nostro punto di vista poter esibire delle certificazioni è garanzia per il cliente, specie nel mondo dell’alimentazione in genere e soprattutto per chi come noi opera nel settore del vegan, biologico e crudo. La nostra prima certificazione è stata il Biologico, che abbiamo ottenuto a tempo di record grazie alla meticolosità della gestione: per noi è un regalo che possiamo fare ai nostri clienti! Abbiamo anche adottato il disciplinare di BioVegan, certamente un marchio poco conosciuto per ora, perché è l’unico che rappresenta pienamente i nostri valori. Cercavamo un certificatore che oltre al prodotto, certificasse anche l’azienda e le persone che hanno la volontà di diminuire l’impatto sull’ambiente ed è così che abbiamo trovato BioVegan.

Ci sono poi due altre informazioni che vogliamo dare ai nostri cliente e che riguardano i prodotti crudi e quelli italiani. Dovete sapere che non esiste in Italia una certificazione per i cibi crudi; quindi abbiamo pensato di creare il marchio Crudo Garantito. Cosa significa? Che selezioniamo solo produttori che garantiscano per scritto sui loro documenti che il prodotto è crudo: siamo gli unici, i primi a dare questa garanzia, difficilissima da dare perché si eliminano la gran parte dei fornitori e dei prodotti.

Nel sito poi si possono trovare alcuni prodotti contrassegnati dal logo “Prodotto italiano” che garantisce la provenienza. A queste aggiungiamo la certificazione HACCP che riguarda il processo produttivo: i locali condizionati, le disinfestazioni, la pulizia accurata degli ambienti, l’uso di dispositivi di igiene personale, sono alcune precauzioni giornaliere che vengono adottate per garantire che il prodotto arrivi perfetto, senza compromessi.

Il nostro sito aderisce poi alla campagna Zero Impact, ciò significa che le emissioni derivanti dalle visite verranno compensate attraverso la creazione e la tutela di foreste in crescita.

Infine, la certificazione SonoSicuro che contrassegna gli e-commerce che si impegnano a garantire alti livelli di qualità di servizio alla propria clientela. Si deve seguire un percorso articolato che ha lo scopo di migliorare la soddisfazione della loro clientela e quindi aumentare le vendite. Solo i negozi che hanno superato i controlli effettuati dai certificatori AICEL possono esporre il Certificato SonoSicuro. Per quanto riguarda il Gluten Free, i nostri prodotti sono naturalmente privi di glutine”.

Se una persona volesse avvicinarsi al crudismo, quali consigli gli dareste per iniziare? 

“Il consiglio che do sempre è di provare per una settimana a fare un pasto crudo al giorno: in questo modo non si cambiano troppo le abitudini alimentari, non si soffre di uno stacco troppo grande, ma allo stesso tempo ci si rende conto già in breve tempo di quanto la reazione del nostro organismo sia importante”.

Esistono programmi di affiliazione per aiutarvi a diffondere questa filosofia alimentare? 

“Si, abbiamo un programma di affiliazione che si può consultare nello specifico a questo link https://www.cibocrudo.com/pag/33/programma-di-affiliazione.html. Facciamo anche una comunicazione giornaliera sia sui nostri canali social che nel nostro sito”.

 

Un progetto davvero degno di nota! Ringrazio Annamatilde per la sua disponibilità e, se non lo avete ancora fatto, provate a sperimentare la cucina crudista, sono certo vi darà delle grandi soddisfazioni. Cliccando sul logo qui sotto potrete accedere al sito dove, oltre alla vasta gamma di prodotti, potrete trovare molti consigli utili e numerose ricette per sbizzarrirvi in cucina.

 



Se ti è piaciuto l'articolo condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *